Ovunque andiate... che i vostri piedi non inciampino, che le vostre braccia non si indeboliscano e che le vostre parole siano veritiere. Allora le vostre speranze saranno esaudite e le vostre iniziative avranno successo (Fabio, da una Preghiera tribale del nord Thailandia).

mercoledì 9 novembre 2016

Ministero degli affari esteri thailandese (Krasuang Kan Tang Prathet in thai)

Il Ministero degli affari esteri è un ramo del governo principale responsabile delle relazioni con l'estero della Thailandia. Il ministero è guidato dal Ministro degli affari esteri, che è anche un membro del gabinetto di Thailandia. Egli è nominato dal Primo ministro. Il ministero ha il compito di formulare ed eseguire la politica estera per il Regno di Thailandia. E gestisce e mantiene le missioni diplomatiche thailandesi in tutto il mondo.
Prima della creazione del ministero, la maggior parte delle relazioni estere del paese erano trattate da monarchi assoluti. La diplomazia in quei giorni era un fatto personale, nel senso che era identificato con la persona del monarca regnante. Secondo la tradizione thai, il re Ramkhamhaeng di Sukhothai (1279-1300) era abile nel l'arte di coltivare relazioni amichevoli. Egli è stato spesso descritto come un brillante diplomatico. Ha stabilito relazioni cordiali con l'imperatore della Cina. Molte missioni furono inviate a Pechino e il commercio sino-thailandese ben presto comincio’ a fiorire.
Più tardi, durante il regno di re Ramatibodi I (1350-1369), nel primo periodo di Ayutthaya, fu introdotta una riforma amministrativa per cui tutta la macchina amministrativa era centralizzata nella persona del re, e l’amministrazione era divisa in quattro dipartimenti distinti, vale a dire, Wiang (governo locale), Wang (Real Casa), Khlang (Tesoro) e Na (Agricoltura). La condotta degli affari esteri fu poi affidata al "Krom Phra Khlang", il dipartimento del Tesoro, anche se il re conservava ancora la conduzione della politica estera.
Il capo del dipartimento era conosciuto come "Phra Khlang" e, occasionalmente, denominato "Berguelang" o "Barcelon" da autori stranieri. Il famoso ambasciatore siamese in Francia, nel XVII secolo Kosa Pan era il fratello minore di re Narai. Poco dopo, un sub-reparto chiamato "Kromma Tha" fu creato per dialogare con gli stranieri.
Stranieri cominciarono ad arrivare in buon numero di Ayutthaya ai primi nel XVI secolo. Responsabilità del "Krom Phra Khlang" era procurare beni necessari e materiali per il governo, e di disporre dei surplus di forniture "Suai" (contributi in natura al posto di servizi della persona al regno), il capo Krom Phra Khlang, ampiamente conosciuto come "Phra Khlang" era a diretto contatto con questi operatori. Tale contatto gradualmente si estese a quasi tutte le altre attività in materia di stranieri, tra cui la ricezione di e negoziazione con gli inviati stranieri. Così, già nel 1687, per esempio, un trattato commerciale con la Francia fu firmato da Okya Phra Sadet Surendhra Dhibodi, che era il Phra Khlang, e Okphra Sri Ratana Phiphat Rajkosa.
Il progressivo ampliamento dei contatti con gli stranieri alla fine rese necessaria l'istituzione, nel tardo periodo di Ayutthaya, di un sub-reparto all’interno del Krom Phra Khlang, chiamato "Krom Tha", per affrontare in primo luogo con tutte le attività portuali. Al capo della Krom Tha, che assisteva il Chao Phya Phra Khlang, fu dato il titolo di "Phya Phiphat Kosa".
Nel periodo di Bangkok, dal 1782 in poi, che coincise con il periodo del colonialismo occidentale, gli affari esteri diventarono sempre più importanti, il che porto’ alla conclusione di una serie di trattati con le potenze straniere nel regno di re Mongkut o Rama IV (1851-1868). Durante questo periodo, ci fu una divisione di responsabilità tra Krom Phra Khlang e Krom Tha. Anche se il Chao Phya Phra Khlang, manteneneva il controllo complessivo di entrambi i reparti, egli era il principale responsabile per l'attuazione della politica estera, come stabilito dal re e per la negoziazione con gli inviati stranieri. A lui era anche  affidata, in collaborazione con il  Krom Wang la preparazione dei messaggi reali ad altri paesi. Il Krom Tha, d'altra parte, era responsabile del commercio estero e responsabile per la ricezione preliminare di missioni straniere che venivano in Thailandia. Siccome controversie spesso sorgevano il Krom Tha aveva anche il potere di rendere giustizia. Un tribunale diviso in tre reparti vale a dire, la Corte Krom Tha Centrale che trattava i casi che coinvolgevano soggetti tailandesi e stranieri; la Corte Krom Tha Sinistra che trattava i casi di cinesi; e la Corte Krom Tha Destra che si occupava di casi tra stranieri diversi da cinesi. Inoltre, Krom Tha fu dato autorità amministrativa sulle province adiacenti al Golfo di Thailandia.
Le principali responsabilità per la condotta degli affari esteri furono apparentemente spostate, sotto il regno di Mongkut, dal Krom Phra Klang al Krom Tha, e il capo amministratore del Krom Tha salì al rango di Chao Phya. Così durante il regno di re Rama II e re Rama III, fu Chao Phya Phra Khlang a negoziare con John Crawfurd nel 1821-1822, e Sir James Brooke nel 1850, e che conclusero trattati con il capitano Henry Burney nel 1826 e con Edmund Roberts nel 1833, ma non vi era alcuna rappresentante di Krom Phra Khlang, per esempio, nelle delegazioni tailandesi che ha firmato i trattati con Sir John Bowring della Gran Bretagna nel 1855 e con Charles de Montigny di Francia nel 1856. Invece, Chao Phya Thiphakarawong Maha Kosadhibodi , capo amministratore del Krom Tha, fu tra i cinque membri di queste due delegazioni thailandesi. Infatti, nel 1869, il secondo anno del regno di re Chulalongkorn, Chao Phya Bhanuwong Maha Kosadhibodi, il suo successore, fu promosso alla posizione di Senabodi e gli furono date ulteriori responsabilità come capo di Krom Phra Khlang. Il Krom Tha ha assunto allora lo status equivalente a quello di un ministero, e Chao Phya Bhanuwong divenne il primo Ministro degli Esteri della Thailandia nel 1871, nominato dal re Chulalongkorn. Nel 1881 il principe Devavongse Varoprakarn fu nominato per sostituirlo. Conosciuta oggi come il "padre della diplomazia Thai", ha riorganizzato e modernizzato il ministero per soddisfare gli standard del XIX secolo. Il ministero fu poi definitivamente istituito a Palazzo Saranrom, a est del Grand Palace.
Dal 1892 al 1924, il governo siamese mantenne i servizi legali professionali di avvocati specializzati nel diritto internazionale. Gustave Rolin-Jaequemyns, uno studioso di diritto internazionale, ha servito come consigliere generale dal 1892 al 1902.
Edward Strobel, americano, professore di diritto internazionale alla Harvard Law School Bemis, lavoro’ come consigliere generale dal 1906 fino alla sua morte nel 1908. Fu seguito dai professori Jens Westengard, Francis B. Sayre e Eldon James.
Sua Altezza Reale il Principe Devawongse era figlio di Re Mongkut (Rama IV), era nato nel 1858. Dopo aver ricevuto la sua formazione a Bangkok, inizio’ la sua carriera di servizio pubblico presso la Corte dei Conti nel 1875. Ha contemporaneamente lavorato come assistente capo di gabinetto per gli affari esteri di sua Maestà il re Chulalongkorn (Rama V) nel 1878 è diventato contemporaneamente capo di gabinetto e Controllore generale del tesoro.
H.R.H. Il principe Devawongse stato nominato Ministro degli affari esteri nel 1923, all'età di 66. In riconoscimento del sua lungo e vasto contributo al servizio diplomatico thailandese del Ministero degli Affari Esteri successivamente gli fu accordato il titolo di "padre della diplomazia thailandese
Sotto il principe Devawongse l’Ufficio Krom Tha fu diviso in cinque divisioni successivamente furono aggiunte tre nuove divisioni, ma le divisioni diplomatiche e consolari furono combinate in una unica, rendendo così un totale di sette divisioni: divisione del sottosegretario,  divisione delle traduzioni, divisione ricevimento, divisione conti, divisione archiviazione, divisione diplomatica, divisione consolare.
Dopo la rivoluzione del 1932, il ministero è venuto sotto il controllo civile e ministro fu fatto un membro del governo costituzionale del Siam. Il primo ministro di questo nuovo sistema fu Phraya Sri Visarn Vacha.
Una serie di riorganizzazioni, maggiori e minori, ha avuto luogo nel 1950, 1952, 1953, 1956, 1960, 1963, 1970 e nel 1971.
Nel 1992, il Dipartimento politico è stato riorganizzato in 4 dipartimenti regionali, un sistema che continua fino ad oggi.
La maggior parte degli uffici del ministero furono spostati in un nuovo complesso, un grande edificio; Sri Ayutthaya Building, 443 Sri Ayutthaya Rd., Ratchathewi, Bangkok nel 1992. Questo edificio si trova sulla ex sede dell'Ufficio del Asia Treaty Organization Sud Est (SEATO).
Oggi il ministero è così diviso: Ufficio del Ministro, Ufficio del Segretario Permanente, Dipartimento per gli affari consolari, Dipartimento di protocollo, Agenzia Internazionale Thailandia cooperazione allo sviluppo, Dipartimento degli affari economici internazionali, Dipartimento dei trattati e degli affari giuridici, Dipartimento di Organizzazioni Internazionali, Dipartimento per gli affari europei, Dipartimento di americani e sud il Pacifico, Dipartimento degli affari ASEAN (per la cooperazione nel quadro del gruppo ASEAN, le relazioni bilaterali tra la Thailandia e ogni membro dell'ASEAN è sotto il Dipartimento per gli Affari dell'Asia orientale), Dipartimento di East affari asiatici, Dipartimento di Asia meridionale, Medio Oriente e gli affari africani
La Thailandia partecipa pienamente nelle organizzazioni internazionali e regionali e ha sviluppato sempre più stretti legami con altri membri dell'ASEAN-Indonesia, Malaysia, Filippine, Singapore, Brunei, Laos, Cambogia, Birmania e Vietnam i cui ministri  degli esteri tengono regolari incontri annuali. La cooperazione regionale è in corso sotto il profilo economico, commerciale, bancario, politico e culturale. Nel 2003, la Thailandia ha ospitato l’APEC. Il dottor Supachai Panitchpakdi, l'ex vice primo ministro della Thailandia, è stato segretario generale della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD) dal 2005 fino al 31 agosto 2013. Nel 2005 la Thailandia ha partecipato alla prima edizione del Vertice dell’Asia orientale.
Negli ultimi anni, la Thailandia ha assunto un ruolo sempre più attivo sulla scena internazionale. Quando Timor Est ottenne l'indipendenza dall'Indonesia, la Thailandia, per la prima volta nella sua storia, ha contribuito con truppe allo sforzo internazionale di pace. Le sue truppe rimangono lì oggi come parte di una forza di pace delle Nazioni Unite. Come parte del suo sforzo per aumentare i legami internazionali, la Thailandia è entrata in  organizzazioni regionali come l'Organizzazione degli Stati Americani (OAS) e l'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE). La Thailandia ha contribuito con truppe agli sforzi di ricostruzione in Afghanistan e in Iraq.
Oggi la Thailandia è membro  attivo delle seguenti organizzazioni internazionali: ADB, APEC, AsDB, ASEAN, BIMSTEC, BIS, CD, CICA, CP, EAS, ESCAP, FAO, G-77, IAEA, ICC, IBRD, ICAO, ICFTU, ICRM, IDA, IFAD, IFC, IFRCS, IHO, ILO, IMF, IMO, Inmarsat, Intelsat, Interpol, IOC (osservatore), IOM, IPU, ISO, ITSO, ITU, ITUC (NGOs), MIGA, NAM, OAS (osservatore), OIC (osservatore) OPCW, OSCE (partner), PCA, PIF (partner), UN, UNAMID, UNCTAD, UNESCO, UNHCR, UNIDO, UNIKOM, UNITAR, UNMIBH, UNMOGIP UNOCI, UNTAET, UNU, UNWTO UPU, WCL, WCO, WFTU (NGOs), WHO, WIPO, WMO, WToO, WtrO.
Il Ministero deli Affari esteri ha la sua sede a Palazzo Saranrom che si trova ad est del Grand Palace. L palazzo è stato costruito verso la fine del regno di re Rama IV. Dopo la morte del re Pinklao nel 1866 d.C. Re Rama IV decise di dare il trono al principe ereditario che in seguito divenne re Chulalongkorn, e previde di ritirarsi in questo palazzo.
Le cose sono andate in altro modo; Re Mongkut morì nel 1868 d.C. e re Rama V diede
Palazzo Saranrom a suofratello, il principe Kroma Phra Chakrabaddibongse. Più tardi re Chulalongkorn lascio’ che un altro fratello minore, il principe Kroma Phraya Bhanubandh Wongseworadej vivesse qui. In seguito questo palazzo è diventato il Ministero degli Affari Esteri, e gli ospiti di stato sono ricevuti qui.
Fino al 1885, la residenza era stato usato come Ufficio di Krom Tha. Nell'assumere il nuovo incarico, Krommuen Devawongse Varopakarn presenta una richiesta al Re per un ufficio propria, separato dalla sua residenza. La richiesta fu accolta e il permesso reale dato, Devawongse poteva usare Palazzo Saranrom come primo ufficio separato per gli Affari Esteri.
Ma avvenne un altro cambiamento significativo fu nominato il supervisione generale delle missioni diplomatiche thailandesi all'estero, affidata al principe nella sua qualità di Segretario generale del re, quindi anche l’ufficio del Krom Tha sono fu trasferito qui.
 Sette anni più tardi, nella riforma completa del governo del 1892 con la creazione di dodici ministeri, sulla base di standard occidentali, l’Ufficio Krom Tha diventa un vero e proprio ministero degli affari esteri, sia di fatto che di nome.
Palazzo Saranrom fu utilizzato dal Ministero degli Affari Esteri per due anni. Nel 1887 fu trasferito a Sala Lukkhun Nai per tre giorni, per un teatro che poi si fermò davanti a Sala Sahathai per un giorno, e poi al Palazzo Rajvallop. Li è rimasto fino al 1926, con un'interruzione di un anno nel 1900, quando fu temporaneamente trasferito in Kasetradhikarn per consentire una riparazione completa dell’ex sito. Nel 1926, il Ministero degli Affari Esteri è stato spostato di nuovo al PalazzoSaranrom, dove è rimasto fino ad oggi.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...